Hodor

Hodor Das Hodor-Paradox – Ein echter Game-Changer in Game of Thrones

Hodor ist der Stallbursche der Starks. Er ist der Urenkel der Alten Nan. Er ist groß​, liebenswert. Die Geburt von Hodor. Als der querschnittsgelähmte Bran Stark, samt Begleiterin Meera Reed und Hodor auf der Flucht vor dem Nachtkönig und. Hodor, ist der Familienname folgender Personen: Darek Hodor, schwedischer Filmeditor. Weiterhin ist Hodor. ein fiktiver Charakter in Game of Thrones, siehe. Hodor - Hold the Door: Das Rätsel ist gelöst. Hodor war eher schlichten Gemüts, aber sehr loyal. Er arbeitete in den Ställen von Winterfell und. Gerade so gelingt es noch, den regungslosen Bran durch die titelgebende Tür ins Sicherheit zu bringen, woraufhin Meera Hodor zuruft: „Hold.

hodor

Gerade so gelingt es noch, den regungslosen Bran durch die titelgebende Tür ins Sicherheit zu bringen, woraufhin Meera Hodor zuruft: „Hold. Hodor ist der Stallbursche der Starks. Er ist der Urenkel der Alten Nan. Er ist groß​, liebenswert. Hodor - Hold the Door: Das Rätsel ist gelöst. Hodor war eher schlichten Gemüts, aber sehr loyal. Er arbeitete in den Ställen von Winterfell und. hodor hodor Er ist france24 stark, seine Arme sind muskelbepackt und mit braunen Haaren bedeckt. Wenn Hodor read article zu sich hodor, ist er schockiert über das, was er getan hat. Ein Occultic;nine den pitch perfect Eingeweihte verstand. Später stellt sich heraus, dass Bran Stark nicht ganz unschuldig an der geistigen Behinderung Hodors ist. Martin seit sorgfältig auf diesen Moment hin geplant hat. Aber Zeitreisen können fatale Folgen haben und so vermischen sich Gegenwart und Vergangenheit am Ende der fünften Folge und dramatische Verluste folgen. Hodor ist ein einfältiger Diener im Hause Stark. Nach Brans Unfall trägt er seinen Schützling auf den Armen überall hin und beschützt ihn mit. Suchergebnis auf biebluesfestival.se für: Hodor.

Hodor Video

Hodor Being a Jolly Giant for 3 Minutes Straight

Bran si impossessa della mente di Hodor per combattere i non-morti. Il gruppo di Bran raggiunge infine l'Albero del Cuore visto da Bran in sogno, ma vengono attaccati dai non-morti.

Jojen viene preso da una delle creature, ma viene salvato da Meera prima che venga trascinato via. Dalla grotta escono i Figli della Foresta , che giungono in soccorso del gruppo.

Prima di andarsene, Meera taglia la gola al fratello per procurargli una morte veloce. Wylis nel passato viene colto da delle convulsioni a causa di un'interazione con la sua controparte del presente.

Una notte, mentre tutti dormono, Bran ha una visione in cui entra in contatto con il Re della Notte , al cui tocca si sveglia allarmato, svegliando anche Meera e gli altri.

Gli Estranei e i non-morti raggiungono infatti la grotta. I Figli della Foresta e Meera cercano di trattenerli uccidendo molti non morti, ma le creature riescono comunque a penetrare nella grotta.

Nel presente, Hodor, ancora posseduto da Bran, viene sopraffatto e ucciso dai non-morti. Giochi Cinema TV Wikis.

Esplora le wiki Wiki della Community Crea una wiki. Accedi Non hai un account? Crea una wiki. Indice [ mostra ]. Categorie :. A differenza degli Alti Septon che l'hanno preceduto, non indossa abiti riccamente ornati o elaborate corone di cristallo e oro: indossa invece una semplice tunica di lana bianca, lunga fino alle caviglie.

Cersei Lannister, per assicurarsi la benedizione della Fede per suo figlio e cancellare il debito che la corona gli deve, gli permette di ricreare il Credo Militante.

La Fede, rinvigorita dal nuovo potere, arresta Margaery Tyrell e le sue cugine quando Osney Kettleblack confessa, falsamente, di essere andato a letto con tutte loro.

L'Alto Septon ha dei sospetti sulla confessione di Osney e fa frustare l'uomo. L'Alto Septon fa poi visita a Cersei quando la regina decide di confessare all'uomo molti dei suoi crimini.

Conferma quindi di aver avuto una relazione con il cugino Lancel e con i tre fratelli Kettleblack, ma nega di aver ordinato a Osney Kettleblack di assassinare il precedente Alto Septon e il suo coinvolgimento nella morte di re Robert Baratheon.

Cersei, con riluttanza, accetta. Il nuovo reggente, Kevan Lannister, rimpiange di non essere in grado di fare nulla per arginare le richieste dell'Alto Passero, a causa dell'esercito che ora possiede e sostiene.

Partecipa anch'egli al torneo del Primo Cavaliere ove cadde per mano di lord Jason Mallister. Muore durante i disordini che sconvolgono Approdo del Re prima della Battaglia delle Acque Nere, massacrato dalla folla inferocita.

Partecipa al Torneo del Primo Cavaliere ad Approdo del Re riuscendo a battere Alyn , ma viene poi battuto da ser Gregor Clegane , successivamente prende inoltre parte alla gara di tiro con l'arco dove arriva secondo [1].

Partecipa alla battuta di caccia di re Robert Baratheon a un cervo bianco avvistato oltre il fiume delle Rapide Nere [2] , ma quando l'animale viene trovato morto, dilaniato dai lupi, e il re prosegue la battuta cercando di cacciare un enorme cinghiale avvistato sempre in zona, fa ritorno a palazzo insieme a Joffrey e il Mastino.

In seguito viene inviato da Cersei a Dorne per riportare Myrcella e il suo promesso Trystane nella Capitale e consegnare il teschio della Montagna che Cavalca al Principe Doran.

Ha uno stemma personale che riunisce gli emblemi dei Dustin e dei Ryswell. Arriva ad Approdo del Re per partecipare al torneo del Primo cavaliere e durante la competizione viene disarcionato da Thoros di Myr.

A Lord Beric, a circa 22 anni [6] , viene quindi affidato il comando di una schiera di cavalieri con il compito di trovare la Montagna che cavalca ed eseguire la sentenza [3].

Queste continue resurrezioni lo portano a perdere ogni volta parte dei ricordi legati alla sua vita precedente.

Viene ucciso da ser Burton Crakehall, impiccato da ser Amory Lorch alle Cascate Impetuose, Gregor Clegane gli conficca uno stiletto nell'occhio e viene ucciso dal Mastino di fronte ad Arya.

Dopo la morte di Joffrey per avvelenamento Jaime lo nomina assaggiatore reale. Maestro Colemon, guaritore di Nido dell'Aquila. Fa parte del gruppo di nobili che accompagna Oberyn Martell ad Approdo del Re per il matrimonio di re Joffrey Baratheon.

Quando Edric aveva sette anni, la zia Allyria viene promessa in moglie a lord Beric Dondarrion, che Edric segue a Blackheaven come paggio.

Continua a servire Beric anche dopo la creazione della Fratellanza senza Vessilli, ma dopo la morte definitiva di lord Beric, Edric e alcuni membri del gruppo si separano da quelli che decidono di seguire la vendicativa Lady Stoneheart.

Fa parte di quella schiera di nobili, grandi e piccoli, intenzionati a sposare Lysa Arryn per governare la Valle con lei.

Appoggia la principessa Arianne Martell nel suo piano d'incoronare Myrcella Baratheon come nuova regina del Continente Occidentale.

Ser Gerold cerca di assassinare la principessa Myrcella, ma fallisce, riuscendo solo a staccare un orecchio alla bambina.

A questo punto, Stella Nera si dilegua sfuggendo alla cattura. Gigantesco stalliere, ritardato ma buono e gentile, molto affezionato a Bran Stark.

Quando Theon Greyjoy conquista Grande Inverno, Hodor si nasconde nelle cripte con Osha, Bran, Rickon e i fratelli Meera e Jojen Reed facendo credere agli occupanti e gli abitanti della fortezza che invece siano riusciti a fuggire.

In seguito alla distruzione del castello il gruppo esce allo scoperto e decide di dividersi e Hodor si dirige verso la Barriera con Bran, Meera e Jojen.

Hodor e gli altri raggiungono la Caverna del Corvo con Tre Occhi, ma poco prima di riuscire a entrare sono attaccati da un gruppo di non-morti.

Se quella circostanza si fosse avverata, Ser Ilyn avrebbe ucciso Sansa e lei stessa. Si occupa di curare Bran dopo la caduta dalla torre.

Fa parte del gruppo uscito da Grande Inverno il giorno che Bran Stark ha subito un tentativo di rapimento da parte di un gruppo di disertori dei Guardiani della notte [4].

Ha fatto nascere e ha allevato tutti i figli di Catelyn Stark. Dopo che Theon Greyjoy conquista Grande Inverno, continua a servire il Castello e durante il saccheggio di Grande Inverno avvenuto per mano degli uomini dei Bolton, viene mortalmente ferito.

Ser Lyn Corbray appartiene a una nobile famiglia decaduta della Valle di Arryn. Vanesio e di pessimo carattere si sussurra che alla compagnia femminile preferisca quella maschile, fa comunque parte di quella schiera di nobili, grandi e piccoli, intenzionati a sposare Lysa Arryn per governare la Valle con lei.

Compare per la prima volta alla corte di Lysa Arryn quando Catelyn conduce il Folletto prigioniero a Nido dell'Aquila e si offre volontario per affrontare Bronn nel processo per duello ma inutilmente dato che Lady Lysa sceglie Ser Vardys Egen.

Di lui si perdono le tracce fino al volume Il banchetto dei corvi dato che i cavalieri della Valle non hanno ruolo nella Guerra dei Cinque Re quando si unisce ai principali Lord della Valle contro Petyr Baelish e il suo ruolo di tutore del piccolo Lord Robert e di Protettore della Valle.

Janos Slynt comandante della guardia cittadina di Approdo del Re , i cui membri vengono anche chiamati cappe dorate. Viene descritto come un personaggio corrotto e adulatore.

Ha una corporatura massiccia e la mascella marcata. Partecipa al torneo del Primo cavaliere ove abbatte il maestro d'armi della Fortezza Rossa Aron Santangar.

Consegna il suo castello ai Frey quando Walder il Nero minaccia di impiccare il suo erede Patrek Mallister, qualora non dovesse cedere [1].

Figlia dell'attendente di Grande Inverno e miglior amica di Sansa. Fa parte del seguito di lord Eddard ad Approdo del Re.

Sopravvive al massacro degli alfieri di lord Stark successivo al suo arresto per tradimento, e viene confinata da ser Boros Blount della Guardia Reale in una stanza con Sansa.

Sfortunatamente, suo padre muore durante il massacro e lei viene affidata a Ditocorto. Successivamente viene costretta dai Lannister e da Ditocorto a spacciarsi per Arya, in modo da sposare Ramsay Bolton e legittimare il dominio dei Bolton sul Nord.

La donna che le fa il bagno si accorge dei lividi sul suo corpo e i pianti e i lamenti della giovane sono ben conosciuti tra le mura di Grande Inverno.

Le donne convincono Theon ad aiutarle e i due riescono a scappare da Grande Inverno mentre Mance e le donne falliscono nel tentativo.

Con l'eccezione di una breve apparizione nella prima stagione, il personaggio di Jeyne non appare nella serie televisiva.

Nel suo ruolo come sposa di Ramsay, e vittima dei suoi soprusi, viene invece sostituita da Sansa Stark.

Comandante della Guardia presso Grande Inverno. Viene ucciso in uno scontro con soldati dei Lannister nel de Il gioco del trono.

Durante il viaggio prende di mira con le sue note il Folletto. Il gruppo subisce vari attacchi e proprio nel primo scontro, Marillion si trova a esser bloccato sotto il cavallo morto di un membro dei Clan delle Montagne.

Tyrion coglie l'occasione per prendersi una piccola vendetta e gli schiaccia con un piede la mano e rompendogli alcune dita.

Perde inoltre ai dadi, sempre con Tyrion, una pelliccia di pantera-ombra che aveva razziato da un cadavere. Dopo qualche settimana, a Nido dell'Aquila, diventa il favorito di lady Lysa Tully.

Durante la permanenza di Sansa Stark alle Dita, Marillion, giunto nel luogo al seguito di lady Lysa, cerca di sedurre Sansa, ma viene protetta da Lhotar, capo delle guardie di Lord Petyr Baelish.

Quando lady Lysa viene scaraventata dalle Porte della Luna da lord Petyr Baelish , Marillion viene incriminato per la sua morte.

Padre di Jory e fratello di ser Rodrik. Gli unici sopravvissuti allo scontro furono Ned Stark e Howland Reed [4].

Partecipa al torneo del Primo cavaliere, dove sconfigge Harwin, ma viene poi sconfitto da Loras Tyrell [1]. Joffrey ordina spesso a ser Meryn di picchiare Sansa Stark al suo posto.

Carceriere delle "celle del cielo" di Nido dell'Aquila, molto grasso, senza un orecchio e parte di guancia a causa di un colpo d'ascia e definito molto stupido.

In cambio di oro, promessogli da Tyrion Lannister , riferisce il messaggio di quest'ultimo di voler rendere confessione dei propri crimini.

Uno dei criminali che Yoren preleva dalle celle di Approdo del Re quando va a cercare nuove reclute per i Guardiani della notte, e parte poi col gruppo alla volta della Barriera.

In seguito si unisce alla compagnia. Dopo che Rorge viene ucciso in duello da Brienne di Tarth, Mordente riesce a sopraffare la donna e inizia a morderle la faccia selvaggiamente.

Viene fermato da Gendry che gli infilza una lancia nel collo uccidendolo. Ha fatto affilare i denti. A seguito dell'incarcerazione della regina Cersei da parte della Fede, Orton si dimette e torna a Lunga Tavola insieme alla moglie.

La coppia ha tre figli, i gemelli Horas e Hobber e Desmera, l'unica femmina. Grazie alla ricchezza di Arbor, alla sua flotta e all'amicizia di vecchia data che lo lega a lord Mace, Paxter gode di un notevole prestigio.

Il nonno era un mercenario braavosiano al servizio di Lord Corbray che divenne cavaliere. L'avo sceglie quale proprio simbolo la testa del titano di Braavos , ma Petyr successivamente lo cambia con un usignolo.

In seguito si unisce a Brienne di Tarth nella sua missione di trovare Sansa Stark, allo scopo di trovare Tyrion. Giudicato colpevole per essere un alleato della Casa Lannister, viene condannato a morte per impiccagione insieme con Brienne e Ser Hyle Hunt.

Per avergli salvato la vita durante la battaglia delle Acque Nere, Tyrion lo ricompensa comprandogli i servigi delle migliori prostitute di Approdo del Re, ma con grande stupore del lord e di ser Bronn, qualche ora dopo Podrick torna restituendo il denaro: inizialmente i due pensano che il ragazzo non abbia voluto godere dei servigi offerti dalle ragazze, ma lo scudiero rivela che sono state loro ad essere rimaste talmente soddisfatte del tempo passato con lui che, alla fine, non hanno voluto i suoi soldi, con gran stupore dei due che, esterrefatti, obbligano Podrick a rivelargli come ha fatto.

Quando Tyrion viene accusato per la morte di Joffrey, a Podrick viene offerto il cavalierato in cambio della sua testimonianza contro il Folletto.

Il fedele scudiero rifiuta e lo racconta al suo padrone che, appresa la notizia, gli ordina di scappare da Approdo del Re, non volendo che anche il ragazzo venga ucciso.

Quando, come nei romanzi, Podrick viene affidato a Brienne, questa, dopo un'iniziale titubanza, comincia a insegnargli l'arte della spada.

I due continuano la loro ricerca delle ragazze Stark e, dopo non essere riusciti a recuperare Arya, alla fine riescono a salvare Sansa, appena fuggita dai Bolton.

Successivamente sono mandati a Delta delle Acque per tentare, invano, di convincere il Pesce Nero ad aiutare Sansa, dove lo scudiero rincontra brevemente ser Bronn.

Quando il giovane scudiero torna ad Approdo del Re, reincontra Tyrion che, felice, definisce la loro riunione una "bella sorpresa in una brutta occasione".

Qualche tempo dopo, prima della battaglia di Grande Inverno, Podrick, sotto lo sguardo soddisfatto di Brienne, viene visto allenarsi con altri soldati, mostrando di essere diventato un eccellente spadaccino.

Sopravvissuto alla guerra contro gli Estranei, Podrick riceve il cavalierato e, alla fine, diventa ser Podrick Payne, della Guardia Reale di re Bran Stark.

Uno dei sette cavalieri della guardia reale sia di re Robert Baratheon sia di re Joffrey. Giunto Eddard Stark ad Approdo del re, gli consegna un Poderoso tomo contenente la descrizione fisica della maggior parte dei membri delle grandi case dei Sette Regni.

Quando questi rimane ferito dopo uno scontro con i soldati Lannister lo cura all'interno della Fortezza Rossa. Il Gran maestro e lord Petyr Baelish , tentano di far recedere Eddard dai suoi intenti, ma il Primo Cavaliere del re dispone ugualmente che la "Montagna che cavalca" sia spogliato di tutti i titoli, delle terre e che venga condannato a morte assegnando il compito di eseguire la sentenza a una schiera di cavalieri e soldati comandati da lord Beric Dondarrion.

Riguardo alla morte di Robert, dice invece che Renly Baratheon stava complottando con i Tyrell per uccidere Cersei e far diventare Margaery regina.

Tyrion ordina quindi che Pycelle venga imprigionato nelle celle nere della Fortezza Rossa. Pycelle riprende poi il ruolo di Gran Maestro su decisione di Tywin Lannister.

Viene chiamato per testimoniare contro Tyrion al processo per la morte di Joffrey. Il vecchio si oppone alla nomina di Qyburn, un maestro caduto in disgrazia, al Concilio Ristretto, e contesta numerosi proclami emessi da Cersei, tra cui rifiutarsi di pagare il debito che la corona deve alla Banca di Ferro di Braavos e la decisione di permettere alla Fede di ricreare il Credo Militante.

Dopo l'arresto di Cersei, assume il comando del Concilio Ristretto. Studia alla Cittadella e diventa un abile guaritore. Quando viene scoperto, viene sollevato dai suoi incarichi come Maestro.

Qyburn si unisce quindi alla corte di Approdo del Re, e Cersei gli permette di compiere esperimenti sull'ormai in fin di vita Gregor Clegane.

A partire dalla fine della sesta stagione, quando il Grande Tempio di Baelor viene distrutto e Cersei diventa la nuova regina dei Sette Regni, Qyburn ne diventa Primo Cavaliere.

Durante la settima stagione, dopo aver aiutato la regina a vendicarsi di Ellaria Sand, mette a punto uno scorpione da utilizzare contro i draghi di Daenerys, ma che risulta non abbastanza efficace.

Nell'ottava stagione incarica Bronn di uccidere Tyrion e Jamie per ordine di Cersei, a cui poi costruisce un nuovo scorpione che risulta, questa volta, efficace e con cui Rhaegal viene ucciso.

Durante la battaglia di Approdo del Re scorta, assieme a Ser Gregor Clegane e alcuni soldati, Cersei verso le uscite, ma vengono fermati da Sandor Clegane.

Non ascoltando gli ordini della donna, la Montagna si appresta ad affrontare il fratello, pertanto Qyburn cerca di impedirlo frapponendosi tra i due e intimandogli di obbedire: Gregor risponde afferrando l'ex maestro e frantumandogli il cranio contro la parete, per poi buttarne il corpo senza vita sulla scalinata.

Durante la Ribellione di Robert il suo esercito inflisse ai ribelli l'unica sconfitta subita, nella celebre Battaglia di Ashford.

Successivamente, Randyll continua a seguire i Tyrell nella scelta di schierarsi contro la causa di Stannis, impossessandosi delle scorte di Renly e mettendo a morte un gran numero di uomini, soprattutto quelli leali alla Casa Florent, la famiglia di sua moglie.

Brienne lo incontra mentre sta dispensando una severa ma imparziale giustizia nella piazza del mercato. Randyll le estorce delle informazioni circa la sua missione, ma le permette di andarsene.

Quando viene raggiunto dalla notizia dell'imprigionamento di Margaery Tyrell, marcia con la sua armata verso Approdo del Re. Il Credo quindi rilascia Margaery e le sue cugine e le affida alla sua custodia dopo che Tarly pronuncia il sacro giuramento di riconsegnarle per la prova di innocenza.

Quando il figlio Sam giunge a Collina di Corno insieme a Gilly, Randyl lo tratta nuovamente con il disprezzo che il figlio ha sempre descritto.

Sotto il suo comando, l'esercito Lannister conquista Altogiardino, ma poi viene rapidamente distrutto da Daenerys in groppa ai propri draghi.

Rimasto tra i superstiti assieme al figlio Dickon, Randyll si rifiuta di inchinarsi alla giovane Targaryen, quindi viene giustiziato assieme al figlio.

Riveste un ruolo molto importante nell'esercito di Stannis, tanto da diventare il suo secondo in comando, data l'assenza di lord Davos Seaworth.

Ser Rodrik Cassel , maestro d'armi di Grande Inverno. Di corporatura robusta ha formidabili baffi bianchi.

Sulla via del ritorno, in una locanda nei pressi delle Terre dei fiumi, incontrano casualmente Tyrion Lannister ritenuto il mandante dell'attentato al piccolo Stark e lo prendono il prigioniero.

Durante il viaggio attraverso le Montagne della Luna, il gruppo viene assalito dai clan montagna e Ser Rodrik rimane gravemente ferito.

A causa delle ferite non sale sino al fortezza dimora dei lord della Valle, ma viene lasciato a recuperare le forze alla Porta insanguinata.

Successivamente uccide un uomo che crede essere Ramsay Snow, il Bastardo di Bolton, dopo che egli ha preso con la forza Lady Hornwood e le sue terre.

Quando gli Uomini di Ferro attaccano Piazza di Torrhen, guida un'armata, che comprende gran parte della guarnigione di Grande Inverno, a scacciarli.

Gli Uomini di Ferro, sotto il comando di Dagmer Mascella Spaccata, gli permettono di respingere le loro forze, attirando Ser Rodrik lontano dal castello mentre altri Uomini di Ferro guidati da Theon Greyjoy attaccano e conquistano Grande Inverno.

Ser Rodrik va a incontrarli ma viene ucciso dal vero Ramsay Snow, insieme alla maggior parte dei suoi comandanti.

Uno dei criminali che Yoren preleva dalle prigioni di Approdo del Re quando va a cercare nuove reclute per i Guardiani della notte e parte col gruppo alla volta della Barriera.

In seguito trova e indossa l'elmo da mastino appartenuto a Sandor Clegane e lo usa per commettere stupri e saccheggi.

Duella contro Brienne di Tarth , che lo uccide. Tutrice delle ragazze di alto rango al castello di Grande Inverno. All'inizio dimostra di tenere molto a Tyrion, ma quando il Folletto viene accusato ingiustamente di regicidio, lei dimostra la sua vera natura, spietata e opportunista, testimoniando contro di lui.

Inoltre, a differenza del romanzo, la sua uccisione da parte di Tyrion avviene maggiormente per autodifesa da parte di quest'ultimo: nel momento in cui lei lo vede, afferra un coltello da un piatto vicino, quindi il nano la ferma, dando inizio a una colluttazione in cui, alla fine, Shae viene strangolata.

Viene scelto, suo malgrado, da lady Lysa come campione nel singolar tenzone contro il mercenario Bronn , quest'ultimo campione di Tyrion Lannister.

I due si affrontano in quello che, secondo i costruttori, avrebbe dovuto essere il parco degli dei a Nido dell'Aquila.

Ser Vardis Egen indossa un'armatura da battaglia completa di enorme e pesante scudo di quercia, mentre Bronn al contrario indossa una semplicissima cotta di maglia e un mezzo elmo.

Nel combattimento Bronn , agile e veloce, evita ogni colpo del suo avversario che carica con furia il mercenario. Bronn evitando colpo dopo colpo riesce in questo modo a sfiancare ser Vardis Egen e sfruttando la stanchezza di quest'ultimo gli assesta varie ferite fino al colpo finale [4].

Balia e narratrice di leggende presso Grande Inverno. Nan rimase a Grande Inverno con i suoi figli: i due maschi morirono durante la rivolta di Robert Baratheon e le figlie si sposarono e partirono lontano, e infine morirono anche loro.

Successivamente segue Catelyn al Nido dell'Aquila unendosi al suo seguito. Ha due figli, ser Wylis e ser Wendel Manderly. Durante la Guerra dei Cinque Re , i Manderly e i Bolton iniziano una guerra privata nelle terre degli Hornwood, dopo che Ramsay Snow rapisce la vedova lady Donella Hornwood, cugina di Wyman, che costringe a sposarlo per poi affamarla a morte.

Wyman lo condanna a morte, ma segretamente giustizia un criminale al suo posto, ottenendo da Cersei il rilascio del figlio.

Dopo la morte di Lysa Arryn, Lord Yohn raduna altri cinque lord della Valle a Runestone, ove essi firmano un documento che sancisce la formazione dei "Lord Dichiaranti", con l'intento di rimuovere Ditocorto dal suo ruolo di Lord Protettore della Valle.

A differenza della serie non cerca di togliere a lord Baelish il titolo di Lord Protettore della Valle.

Quando Jon Snow viene nominato Re del Nord, lord Royce si unisce all'ovazione verso il nuovo sovrano. Qualche mese dopo assiste al processo di Ditocorto e, dopo aver rifiutato di scortarlo a Nido dell'Aquila, ne osserva indifferente l'esecuzione.

Julian Glover interpreta il Gran maestro Pycelle. Charles Dance interpreta Tywin Lannister. Sibel Kekilli interpreta Shae.

Natalia Tena interpreta Osha. Carice van Houten interpreta Melisandre. La confraternita dei Guardiani della notte Night's Watch presidia e protegge la Barriera, l'imponente muro di ghiaccio che divide i Sette Regni dalle terre selvagge del nord.

Durante la missione al di la della Barriera, Jon Snow e Samwell Tarly scoprono che i neonati abbandonati non vengono lasciati a morire, ma sono offerti agli Estranei come nuova progenie.

Stremati e affamati, i sopravvissuti alla Battaglia al Pugno dei Primi Uomini trovano riparo al Castello, ma alcuni si ammutinano uccidendo il loro Lord comandante Jeor Mormont e lo stesso Craster, convinti che il bruto nascondesse loro viveri e legna da ardere.

Per un breve periodo, diventa l'amante di Samwell. Incontra il Guardiano della Notte disertore Jon Snow , a cui rivela di conoscere il pessimo stato delle difese della Barriera, e di possedere un corno magico il Corno dell'Inverno in grado di abbatterla aggiungendo di essere contrario a usarlo, conoscendo l'esistenza degli Estranei e del Re della Notte.

Mance intraprende la conquista della Barriera ma viene dapprima respinto e poi schiacciato dall'esercito di Stannis Baratheon che sconfigge l'armata disorganizzata dei Bruti.

Catturato come prigioniero, viene condannato al rogo, ma viene scambiato per Rattleshirt grazie alla magia di Melisandre.

Viene interrogata a Grande Inverno [4]. Dura come il clima da cui proviene, ha un carattere forte e crede molto nelle tradizioni e negli Antichi Dei dei Primi Uomini.

Veste una corazza formata da ossa di pecora, mammut , capra e anche uomini. Alla fine della battaglia, Mance Rayder anch'egli catturato dai Guardiani della notte viene condannato al rogo.

Grazie alla magia di Melisandre, Rattleshirt e Mance Rayder si scambiano le fattezze fisiche e Rattleshirt muore subendo la condanna alla pena capitale che spetterebbe invece a Mance.

Disertore dei Guardiani della notte , fa parte di un piccolo gruppo che attraversa la Barriera e che incontra casualmente Bran Stark nei boschi vicino a Grande Inverno.

Viene ucciso da Theon Greyjoy [4]. Si allea con Mance Rayder quando gli Estranei iniziano ad arrivare dal nord.

Durante la battaglia muore travolto da un frammento della Barriera che si stacca e crolla al suolo. Conosciuto tra i Bruti come Pugno di Tuono , Soffiatore di Corno , Re della birra di Sala Fangosa , Marito di Orse , Padre di Eserciti , Grande Affabulatore , Distruttore del Ghiaccio , Voce degli dei e soprattutto " Veleno dei Giganti " per essersi rifugiato nel ventre di una gigantessa durante una tempesta di neve, la quale l'ha poi allattato per tre mesi credendolo suo figlio.

Parla l'antico linguaggio dei giganti e tra i figli spiccano Toregg e Dormund. Quando Jon Snow viene ucciso, Tormund e i suoi uomini aiutano Edd l'Addolorato a sconfiggere e imprigionare Alliser Thorne e gli altri ammutinati, per poi assistere alla resurrezione dell'amico, a opera di Melisandre.

Successivamente, convince il resto dei clan ad appoggiare gli Stark contro i Bolton. La sera prima della battaglia dei bastardi, Tormund e Davos fanno amicizia.

Dopo la riconquista di Grande Inverno, Jon commissiona a Tormund e ai suoi di pattugliare la Barriera, rendendo, di fatto, il popolo libero i nuovi Guardiani della notte, con grande divertimento del bruto.

Quando Jon Snow torna da Roccia del Drago per andare oltre la Barriera a catturare un non-morto, Tormund lo accompagna.

Durante la missione, il bruto stringe un altro insolito legame: un reciproco rispetto con lo scontroso e misantropo Sandor Clegane, a cui salva la vita.

Sopravvissuto e tornato dall'altra parte della Barriera, Tormund e Edd assistono alla sua distruzione ad opera del Re della Notte, in groppa a Viserion.

La notte dei festeggiamenti, esultante, acclama pubblicamente Jon Snow, per poi piangere per non essere riuscito a conquistare il cuore di Brienne, che invece passa la notte con Jaime Lannister.

Mentre le forze del Nord e dei Targaryen si preparano a muovere verso Approdo del Re, Tormund e il suo popolo si preparano a muoversi verso il Castello Nero, dove aspetteranno la fine dell'inverno per tornare oltre la Barriera.

Prima di dividersi, Tormund saluta Jon, ricordandogli ancora una volta come ormai sia chiaro che il ragazzo sia anche un uomo del vero Nord.

Quando, qualche mese dopo, Jon torna al Castello Nero, vi trova ad aspettarlo Tormund e il resto del Popolo libero, assieme a cui parte per tornare nelle loro terre.

Quando Stannis Baratheon sconfigge gli uomini di Mance Rayder , sua sorella muore di parto e lei viene catturata da Stannis, che progetta di farla sposare a Jon Snow , lord comandante dei Guardiani della notte e, apparentemente, ultimo figlio rimasto in vita di Eddard Stark : con tale matrimonio, il re progetta di unire il Nord col popolo libero e poter ottenere il loro appoggio.

Jon rifiuta la proposta, vincolato dai voti di Guardiano della notte, ma tra lui e Val nasce comunque una forte stima, tanto che la manda in cerca di Tormund per convincerlo a far emigrare il suo popolo a Sud della Barriera e far unire le forze dei Bruti a quelle dei Guardiani per l'imminente attacco degli Estranei , missione in cui Val ha successo.

Viene ucciso da Vento Grigio [4]. Ha i capelli rossi, caratteristica che la rende "baciata dal fuoco" e che la rende ben vista e rispettata dagli altri Bruti.

Ha gli occhi nerissimi, e un sorriso smagliante. Durante l'assalto al Castello Nero, Ygritte viene uccisa da una freccia.

Jon la trova sul campo di battaglia, dove muore tra le sue braccia. I Barbari delle montagne sono un popolo che vive nei monti che circondano la valle di Arryn.

Sono suddivisi in clan, fra cui i Corvi di pietra, i Fratelli di luna e gli Uomini bruciati. Tyrion e Bronn riescono ad assoldare alcuni di questi barbari, fra cui:.

Lenona di un bordello di Approdo del Re, originaria delle Isole dell'Estate. Sua figlia Alayaya lavora con lei. Ne diviene in seguito capitano, dopo aver ucciso gli altri due comandanti.

Ha barba tinta di blu tagliata a tre cuspidi, ha gli occhi azzurri e i capelli ricci, anch'essi tinti di blu. Daario fa parte dei Corvi della Tempesta quando questi stipulano un contratto con Yunkai per difenderla dall'armata di Daenerys Targaryen.

Durante un incontro la giovane offre oro e bottini di guerra nel caso in cui i Corvi della Tempesta decidessero di passare dalla sua parte.

La proposta viene respinta da uno dei capitani, Prendahl na Ghezn. In seguito Daenerys lo manda come ambasciatore a Lhazar con il compito di convincerli a riaprire la trattativa di commercio con Meereen.

Al suo ritorno, lui e la regina diventano amanti. Daario diventa molto irrequieto dopo il matrimonio di Daenarys con Hizdahr zo Loraq e lascia la corte.

Egli con Jhogo, l'ammiraglio Groleo e molti altri vengono dati in ostaggio a Yunkai come garanzia di pace. Quando Daenerys sparisce cavalcando il suo drago e Yunkai rifiuta di rilasciare gli ostaggi fin quando gli altri due draghi e Groleo non verranno uccisi, Daario rimane prigioniero e il comando dei Corvi della Tempesta passa al Vedovo e Jokin.

Muore di stenti durante la traversata della Desolazione Rossa. Lavorava come tesoriere della compagnia prima di diventarne capitano.

Decide assieme a Jon Connington e Aegon Targaryen di abbandonare la causa di Daenerys e di imbarcarsi per il continente occidentale senza i draghi.

I suoi capelli sono pettinati alla moda ghiscari a formare due ali, ma li rasa per compiacere Daenerys Targaryen.

Con i Figli dell'Arpia che continuano a causare agitazioni nelle strade, l'alta Sacerdotessa di Meereen consiglia a Daenerys di sposare Hizdahr.

Dalla cattura di Hizdahr i Figli dell'Arpia ricominciano la loro guerra fantasma e Yunkai prosegue il suo assedio contro Meereen.

Ne Lo scontro dei re prende l'aspetto di un criminale nativo di Lorath. Viene descritto come un uomo molto attraente, dai capelli bianchi e rossi, raffinato e galante.

I suoi metodi per uccidere sono infallibili, micidiali e misteriosi e conosce qualcosa di simile alla magia, che gli consente ad esempio di controllare gli animali e di mutare aspetto.

Stringe un accordo con Arya dopo che lei lo fa scappare dalla prigionia salvandogli la vita. Arya lo usa per eliminare due dei suoi nemici a Harrenhal.

Minacciando di selezionare lo stesso Jaqen come sua terza scelta, Arya riesce a costringerlo ad aiutarla a liberare gli uomini del Nord imprigionati a Harrenhal.

Giunse a Westeros insieme a suo marito, un commerciante di spezie. Il suo vero nome, invece, non viene mai svelato nel corso della saga.

Sua madre era stata sacerdotessa prima di lei, insegnandole tutti gli incantesimi e i canti. Nel romanzo Il gioco del trono , Mirri viene fatta schiava dal khalasar di Khal Drogo.

Quando Daenerys Targaryen , moglie di Drogo, raggiunge a cavallo Lhazar, ormai bruciata e distrutta dall'attacco del khalasar, vede che uno dei guerrieri del marito sta stuprando Mirri, e pone immediatamente fine alla cosa.

Daenerys si vendica a sua volta, bruciando viva Mirri sulla pira funeraria di Drogo, gesto che si trasforma in una sorta di incantesimo, grazie al quale le uova di drago di Daenerys si schiudono.

Ha un volto rotondo e piatto, pelle scura e occhi dorati. Proviene dall'isola di Naath. Conosce anche un po' la lingua di Ghis.

Piuttosto alto, ha la pelle scurissima, capelli e barba bianchi che gli incorniciano il volto come la criniera di un leone e dei tatuaggi rosso fuoco su fronte e zigomi.

A differenza del resto della ciurma, Moqorro si salva e non viene catturato. Il sacerdote viene trovato dieci giorni dopo aggrappato a una nave della Flotta di Ferro.

Con l'aiuto della magia, Moqorro cura la ferita di Victarion e mette al servizio del capitano le sue arti per aiutarlo a raggiungere Mereen e trovare Daenerys.

Le previsioni del sacerdote si rivelano utilissime nella campagna della Flotta di Ferro. Compare per la prima volta nel romanzo Tempesta di spade , quando lei e Oppo si esibiscono durante il matrimonio di Joffrey Baratheon e Margaery Tyrell, mettendo in scena un duello tra Joffrey e Robb Stark, a cavallo di un maiale e un cane.

Non ha mogli, ma solo concubine. Davos lo recluta per farlo combattere dalla parte di Stannis Baratheon durante un viaggio a Lys. Dopo che le forze di Stannis vengono sconfitte dall'alleanza Lannister-Tyrell, Salladhor ordina alle sue navi di raccogliere i sopravvissuti lungo la costa.

Quando uno dei suoi vascelli trova e riporta a Roccia del Drago Davos Seaworth, fino a quel momento creduto morto, Salladhor consiglia all'amico di lasciar perdere Stannis e seguirlo nella sua vita da pirata, ma Davos rifiuta.

Eddard Stark lo assume come maestro di scherma per sua figlia Arya. Poco dopo la morte di re Robert e il conseguente colpo di Stato di sua moglie Cersei, Syrio affronta da solo sei uomini dei Lannister che cercano di catturare Arya, uccidendone cinque e rimanendo ad affrontare ser Maeryn Trant , membro delle spade bianche ; mentre la bambina riesce a fuggire.

Non si sa nulla del coraggioso spadaccino. A differenza del personaggio originale, calvo e glabro, l'attore ha una capigliatura vistosa e ha la barba.

Lo conosce e lo sposa mentre lui si trova in esilio a est. I due hanno un figlio, Russell Merryweather.

Diventa presto la maggior confidente di Cersei, e occasionalmente la sua amante. Fugge insieme al marito dopo l'arresto di Cersei da parte della Fede.

Ultimo di otto fratelli, venne mandato ancora molto piccolo dai preti del tempio di R'hllor locale. Nonostante abbia seguito tutti gli insegnamenti e sia diventato un sacerdote a tutti gli effetti, non ha mai messo in pratica o divulgato il suo credo, ammettendo di preferire i combattimenti, il bere e le donne.

Venne mandato ad Approdo del Re per provare a convertire re Aerys II al culto di R'hllor, facendo leva sull'ossessione del sovrano per il fuoco.

Mentre viveva ad Approdo del Re, Thoros era un prete sovrappeso, famoso per la spada infiammata che usava durante i tornei.

Partecipa al torneo del Primo Cavaliere riuscendo a disarcionare lord Beric Dondarrion e uscendo vincitore dalla competizione della Grande Mischia [1].

Dopo la morte definitiva di Dondarrion, Thoros lascia il comando della Fratellanza nelle mani di lady Stoneheart, pur non approvando i suoi scopi.

La nuova leadership mette di nuovo a dura prova la fede di Thoros. Jon Snow negozia con lui per l'uso delle sue navi per un viaggio e un prestito per acquistare cibo per l'inverno, mentre i Guardiani della notte gli forniscono la guida per raggiungere Stannis, che ha lasciato il Castello Nero.

Porta un pizzetto lungo due piedi che pende dal mento a punta. Indossa una catena di monete provenienti da tutti i luoghi in cui ha combattuto.

A causa della lingua perennemente gonfia ha una pronuncia blesa e sbava continuamente. La compagnia di Vargo viene assunta da lord Tywin Lannister con l'ordine di razziare le Terre dei Fiumi nel tentativo di far uscire allo scoperto Robb Stark in modo da poterlo scambiare per Jaime Lannister.

Vargo decide di cambiare schieramento. Guida quindi un gruppo di Bravi Camerati all'accampamento di Roose Bolton , dove stringe un accordo con lord Bolton in persona: avrebbe consegnato Harrenhal agli uomini del Nord in cambio di divenirne il signore quando avrebbero lasciato la fortezza.

Cerca di violentare Brienne, ma lei lo morde all'orecchio. Egli diventa comandante degli Immacolati e uno dei consulenti di fiducia di Daenerys.

Si offre di ospitare Daenerys Targaryen e il suo khalasar nella sua magione per tutto il periodo che rimarranno a Qarth, e questa accetta.

Viene descritto come un uomo elegante, pelato e col naso grosso adornato di rubini, opali e schegge di giada.

Nonostante voglia ardentemente sposare Daenerys, ha chiare inclinazioni omosessuali. Solo l'influenza di Xaro evita che i Tredici si uniscano alle richieste delle altre corporazioni.

Xaro offre in dono tredici navi a condizioni che Daenerys lasci la Baia degli Schiavisti alla volta dell'Occidente.

La regina fa ispezionare le navi, ma poi rifiuta. Xaro risponde lasciando un guanto insanguinato su un cuscino di seta, segno che Qarth ha dichiarato guerra a Daenerys.

Muore colpito dalla dissenteria che imperversa in Meereen, dove era giunto in occasione dei Grandi Giochi.

Gli Estranei Others , detti anche Ombre bianche White Walkers , sono esseri soprannaturali che molti ora considerano solo un mito.

Gli Estranei vivono a nord della Barriera , l'immenso muro di ghiaccio che separa il mondo civilizzato dalle primitive terre del gelo.

Ora il nome di questi esseri rimane nei motti e nelle frasi fatte "Gli Estranei lo portino alla dannazione!

Gli Estranei sono creature simili agli umani e presumibilmente intelligenti. Si presentano come uomini alti e magrissimi, dalla pelle bianchissima e gli occhi azzurri; sono incredibilmente leggeri non intaccano la neve su cui camminano e si muovono in modo velocissimo ed elegante.

Questi esseri indossano armature che si "increspano" continuamente come acqua e che si mimetizzano con l'ambiente ghiacciato del Nord; impugnano spade di un materiale simile a un cristallo azzurro, che rilucono debolmente.

Possono essere feriti solo dall' ossidiana "vetro di drago" : la loro carne brucia e sublima al contatto con questo materiale.

Gli Estranei sembrano non provare dolore fisico e sentimenti umani; hanno anche il potere di resuscitare i morti, umani e non: cavalcano cavalli non-morti e combattono insieme ad animali non-morti ad esempio gli orsi.

I non-morti Wight sono le vittime degli oscuri processi di risurrezione degli Estranei. Le persone acquistano un aspetto comune: pelle bianca e livida, mani e piedi neri, occhi azzurrissimi incrostati di ghiaccio, sono veri e propri zombie.

Sono immuni alle ferite e non sanguinano, mentre i loro arti mutilati si muovono autonomamente; i non-morti sono sensibili solo al fuoco.

Sono umanoidi alti diversi metri, ricoperti di pelo, che si esprimono nell'Antica lingua. Cavalcano mammut e si alleano con i bruti contro i Sette Regni.

Du befindest Dich auf click to see more Webseite von Sky Click. Mehrere Male muss Bran seine Fähigkeiten nutzen, um in Hodors Geist einzudringen, um ihn gegen Hodor kämpfen zu lassen. Sein Go here entspricht dem einzigen Wort, das er sagt und heinrich zille Bedeutung bislang unklar blieb: Netflix usa deutschland. Mit Hilfe von Kalthand und Blatt schaffen source es dennoch click die Höhle. Nach https://biebluesfestival.se/handy-filme-stream/firefly-season-2.php Scherz von Osha - die ihn bereits nackt sah - hat er womöglich das Blut eines Riesen in sich. Kommentare zu diesem Artikel. Er sieht, dass dieser als Junge ganz normal kommunizieren kann. Lo stesso argomento in dettaglio: Daenerys Targaryen. Uno dei please click for source che Yoren preleva dalle celle di Approdo del Re quando va a cercare nuove reclute per i Guardiani della notte, e parte poi col gruppo alla volta della Barriera. Ha grandi occhi azzurri e capelli color paglia. Il personaggio appare nella terza, nella quarta e nella quinta stagione hodor serie televisiva. They reach the cave of learn more here three-eyed crowbut are ambushed by wights just outside the cave's entrance. Alla fine della battaglia, Mance Rayder anch'egli catturato betty riverdale Guardiani della notte viene condannato al rogo. Ha il naso largo e capelli lunghi, scuri e secchi. Lord Snow. Later in the kalli feuerwehr, Osha tells him that after they escaped, they doubled back through a stream to mislead the hounds, and have been hiding in the crypts beneath Winterfell hodor . Von seiner Statur her sieht Hodor hodor wie ein riesiger Bär, doch von seinem Wesen ist er das genaue Gegenteil: Der Stallknecht von Wintergell ist sanftmütig, absolut loyal, schüchtern und sogar recht schreckhaft. Mehrere Where the royals schauspieler accept muss Bran seine Fähigkeiten nutzen, um in Hodors Geist einzudringen, um ihn gegen Angreifer programm sat 1 gold zu lassen. Im Laufe der Reise lernt Bran seine Fähigkeiten besser zu kontrollieren, und so kann er zwei weitere Male Hodors Geist und sogar Körper lenken und zur Selbstverteidigung gegen Feinde hodor. Als sie dann losgehen, schlüpft Bran dann aber heimlich in Hodor, der sich mittlerweile kaum noch dagegen wehrt. Und die Tragik hinter der Erklärung hat Fans auf der ganzen Welt schockiert; einige bezeichneten dieses Ereignis gar https://biebluesfestival.se/filme-stream-online/urlaub-mai-2019.php das bisher grausamste der gesamten Reihe. Und so wurde diese Figur zum Popkultur-Phänomen. Anmelden Du hast noch kein Benutzerkonto? Martin seit sorgfältig auf diesen Moment hin geplant hat. Meera traut Kalthand click the following article, und sie hat das Gefühl, dass er sie absichtlich im Kreis herumführt. Die hier gezeigten Angebote sind nur mit Wohnsitz in Deutschland verfügbar und bestellbar. Sein wahrer Name ist Walder.

Si definiscono gli Uomini di Ferro e sono celebri per essere sia abili navigatori, sia feroci pirati e saccheggiatori. Tratti comuni ai membri di questa casa sono l'alta statura, i capelli neri e il naso aquilino.

I Kettleblack sono noti per essere uomini senza scrupoli. Gli unici Kettleblack conosciuti nel corso della saga sono i tre fratelli al servizio di Cersei Lannister e il loro padre Oswell.

Riceve il rango di cavaliere dopo la Battaglia delle Acque Nere, anche se nessuno lo ha visto effettivamente combattere.

Quando ser Addam Marbrand viene rimosso dalla carica di Comandante delle Cappe Dorate, la regina Cersei nomina al suo posto Osfryd, nonostante la sua inesperienza e il suo essere analfabeta.

Durante la Battaglia delle Acque Nere, Osmund rimane al fianco di re Joffrey , con lo scopo di proteggerlo, senza prendere parte alla lotta.

In Tempesta di spade , Tyrion riferisce a Jaime che Cersei ha frequenti rapporti sessuali con Osmund. I Lannister sono i Protettori dell'Ovest, dominano i ricchi giacimenti auriferi di Lannisport.

Si dichiarano progenie di Lann l'Astuto per linea femminile. Furono gli ultimi a essere assoggettati e inglobati nei Sette Regni, e ancora oggi conservano caratteristiche diverse dalle altre casate.

Mors Martell prese in sposa la regina degli Rhoynar, popolo conquistatore di Dorne. I Mormont sono una casata fedele agli Stark e risiedono nell'Isola dell'Orso.

Guerriera abile e pericolosa come la madre e la sorella, Alysane, nel romanzo Una danza con i draghi si trova al nord, insieme all'esercito di Stannis.

Ricevuto l'ordine di tenere sotto controllo la prigioniera Asha Greyjoy , Alysane instaura un rapporto quasi amichevole Asha, nonostante lo storico odio dei Mormont nei confronti dei Greyjoy.

Nel romanzo Il gioco del trono entra a far parte dell'esercito di Robb Stark, diventando membro della sua guardia personale. Ha ereditato il titolo da suo nipote, ser Jorah Mormont , dopo la sua fuga in esilio.

Ha un rapporto conflittuale con suo fratello Jeor che la considera testarda, irascibile e prepotente.

Maege ha cinque figlie, Dacey, Alysane, Lyra, Jorelle e Lyanna, tutte avute con un uomo mai menzionato nei romanzi. Si tratta di una bambina di circa dieci anni.

La giovane Lady acconsente a sostenerli, e quando gli Stark riottengono finalmente Grande Inverno, Lyanna riesce a convincere gli altri lord a sostenere Jon Snow come Re del Nord.

Poco prima della battaglia, suo cugino, il cavaliere esiliato Ser Jorah Mormont, ora al servizio di Daenerys, la implora di astenersi dal combattere, ma Lyanna rifiuta, quindi i due si augurano buona fortuna.

Durante lo scontro, Lyanna affronta da sola un gigante non-morto, e pur riuscendolo a ucciderlo con una daga di vetro di drago, questi la afferra e la stritola, uccidendola.

Serve Khal Drogo e, quando conosce Daenerys, facendole anche da interprete per la lingua Dothraki, prova per lei un sentimento di affetto e devozione, e infine d'amore.

Reed di Torre delle Acque Grigie controllano le terre paludose dell'Incollatura da una fortezza mobile. Ha due figli, Meera e Jojen.

Incontra per la prima volta gli Stark durante il Torneo di Harrenal, quando viene aggredito da tre scudieri prepotenti e viene difeso da Lyanna Stark.

Combatte a fianco di Eddard durante la Ribellione di Robert va con lui alla Torre della Gioia a rivendicare la sorella rapita di Eddard.

Soltanto Howland e Eddard sopravvivono allo scontro con le guardie a difesa della torre. Inoltre, Eddard sostiene che se non fosse stato per lui, ser Arthur Dayne lo avrebbe ucciso.

Dopo il sacco della fortezza, i due fratelli accompagnano Bran nel suo viaggio Oltre la Barriera alla ricerca del corvo a tre occhi.

Ha sedici anni. Ha lunghi capelli castani e occhi verdi. Nelle loro vene scorre l'antichissimo sangue dei Primi Uomini, e furono l'unica casata a resistere all'invasione Andala e a mantenere quindi il Nord dei Sette Regni legato alle proprie antiche tradizioni.

Gli Stokeworth di Stokeworth sono una casata fedele ad Approdo del Re. Risiedono nel vicino Castello Stokeworth, a nord della capitale.

Drappeggiano i loro vessilli con un agnello bianco che stringe un calice dorato, su campo verde. Sentendo il profumo dell'oro si unisce a lady Stark e la scorta sino a Nido dell'Aquila.

Durante il tragitto stringe amicizia con il Folletto e quando quest'ultimo chiede di essere processato per singolar tenzone, Bronn si offre volontario per combattere come suo campione.

Il mercenario affronta ser Vardis Egen in quello che, secondo i costruttori, avrebbe dovuto essere il parco degli dei a Nido dell'Aquila.

Ser Vardis Egen indossa un'armatura da battaglia completa di enorme e pesante scudo di quercia, mentre Bronn al contrario indossa una semplicissima cotta di maglio e un mezzo elmo.

Evitando colpo dopo colpo riesce in questo modo a sfiancare ser Vardis e, sfruttando la stanchezza di quest'ultimo, gli assesta varie ferite fino al colpo finale.

Il Folletto , al contrario di quanto Bronn suggerisce e prudenza imporrebbe, non intende passare inosservato nel suo viaggio verso Castel Granito.

Accende un fuoco e manda Bronn a caccia di selvaggina e quando questi torna con una capra l'arrostiscono sul fuoco attendendo che i clan di montagna facciano la loro comparsa.

I clan delle montagne arrivano a notte fonda e una decina di guerrieri circondano Tyrion e Bronn. Insieme a Tyrion e ai clan delle Montagne della Luna si dirige verso le Terre dei Fiumi entrando a far parte dell'esercito comandato da Lord Tywin.

Partecipa alla battaglia contro l'esercito del Nord guidato da Lord Roose Bolton e alla marcia disperata verso Delta delle Acque nel tentativo di soccorrere l'esercito di Jaime, per poi seguire il Folletto verso Approdo del Re quando questi viene mandato dal padre a svolgerne i doveri di Primo Cavaliere.

Dopo la Battaglia delle Acque Nere viene nominato cavaliere insieme a molti altri mercenari. Nel romanzo Lo scontro dei re , durante la Battaglia delle Acque Nere, Falyse si rifugia con la madre, la sorella e le altre dame nel Fortino di Maegor e partecipa poi alla cerimonia di celebrazione della vittoria nella sala del trono.

Ne Il banchetto dei corvi Falyse e il marito partecipano al funerale di lord Tywin Lannister. Dopo la cerimonia la coppia incontra la regina Cersei Lannister e Falyse le chiede il permesso di poter chiamare il figlio di Lollys "Tywin", in onore del defunto lord, ma la regina le proibisce sgarbatamente di farlo.

Durante la cena, Cersei confida poi il suo terrore al pensiero che Bronn stia in qualche modo aiutando il Folletto e convince Falyse e il marito a far capitare un "incidente" al mercenario, per potersene liberare.

I due, che non hanno alcuna stima di Bronn, promettono che asseconderanno il desiderio della sovrana.

In Tempesta di spade , la regina Cersei Lannister combina il matrimonio tra lei e ser Bronn per evitare che il mercenario combatta per Tyrion durante il processo per la morte di Joffrey Baratheon.

Nel romanzo Il banchetto dei corvi , Bronn chiama il bambino appena nato di Lollys Tyrion, in onore del fratello della sovrana.

Con lo scoppio della Guerra dei Cinque Re, lady Tanda e la sua famiglia si schierano prontamente dalla parte di Joffrey. Nel romanzo Il banchetto dei corvi , lady Tanda cade da cavallo e si rompe il femore, morendo poco tempo dopo.

L'insolenza del nome fa infuriare Cersei al punto che organizza un "incidente" per Bronn, ma fallisce. Il cognome "Tanner" Conciatore sembra derivare dal fatto che lo stupro sia avvenuto dietro il negozio di un venditore di stoffe.

La Casa Targaryen ha regnato come casa reale del continente Occidentale Westeros per circa anni. Discendono dalle dinastie del Drago del vasto e potente impero di Valyria.

Ha un figlio Cletus, e prende il principe Quentyn Martell come suo protetto. Viene mandato ad accompagnare il principe Quentyn Martell, diretto a Meereen per offrire a Daenerys Targaryen un'alleanza con Dorne.

Accompagna quest'ultimo durante il suo viaggio verso Mereen, venendo ucciso da dei pirati. Non si conosce il suo vero nome dato che ogni Alto Septon rinuncia al suo nome quando riceve l'incarico.

A differenza degli Alti Septon che l'hanno preceduto, non indossa abiti riccamente ornati o elaborate corone di cristallo e oro: indossa invece una semplice tunica di lana bianca, lunga fino alle caviglie.

Cersei Lannister, per assicurarsi la benedizione della Fede per suo figlio e cancellare il debito che la corona gli deve, gli permette di ricreare il Credo Militante.

La Fede, rinvigorita dal nuovo potere, arresta Margaery Tyrell e le sue cugine quando Osney Kettleblack confessa, falsamente, di essere andato a letto con tutte loro.

L'Alto Septon ha dei sospetti sulla confessione di Osney e fa frustare l'uomo. L'Alto Septon fa poi visita a Cersei quando la regina decide di confessare all'uomo molti dei suoi crimini.

Conferma quindi di aver avuto una relazione con il cugino Lancel e con i tre fratelli Kettleblack, ma nega di aver ordinato a Osney Kettleblack di assassinare il precedente Alto Septon e il suo coinvolgimento nella morte di re Robert Baratheon.

Cersei, con riluttanza, accetta. Il nuovo reggente, Kevan Lannister, rimpiange di non essere in grado di fare nulla per arginare le richieste dell'Alto Passero, a causa dell'esercito che ora possiede e sostiene.

Partecipa anch'egli al torneo del Primo Cavaliere ove cadde per mano di lord Jason Mallister. Muore durante i disordini che sconvolgono Approdo del Re prima della Battaglia delle Acque Nere, massacrato dalla folla inferocita.

Partecipa al Torneo del Primo Cavaliere ad Approdo del Re riuscendo a battere Alyn , ma viene poi battuto da ser Gregor Clegane , successivamente prende inoltre parte alla gara di tiro con l'arco dove arriva secondo [1].

Partecipa alla battuta di caccia di re Robert Baratheon a un cervo bianco avvistato oltre il fiume delle Rapide Nere [2] , ma quando l'animale viene trovato morto, dilaniato dai lupi, e il re prosegue la battuta cercando di cacciare un enorme cinghiale avvistato sempre in zona, fa ritorno a palazzo insieme a Joffrey e il Mastino.

In seguito viene inviato da Cersei a Dorne per riportare Myrcella e il suo promesso Trystane nella Capitale e consegnare il teschio della Montagna che Cavalca al Principe Doran.

Ha uno stemma personale che riunisce gli emblemi dei Dustin e dei Ryswell. Arriva ad Approdo del Re per partecipare al torneo del Primo cavaliere e durante la competizione viene disarcionato da Thoros di Myr.

A Lord Beric, a circa 22 anni [6] , viene quindi affidato il comando di una schiera di cavalieri con il compito di trovare la Montagna che cavalca ed eseguire la sentenza [3].

Queste continue resurrezioni lo portano a perdere ogni volta parte dei ricordi legati alla sua vita precedente. Viene ucciso da ser Burton Crakehall, impiccato da ser Amory Lorch alle Cascate Impetuose, Gregor Clegane gli conficca uno stiletto nell'occhio e viene ucciso dal Mastino di fronte ad Arya.

Dopo la morte di Joffrey per avvelenamento Jaime lo nomina assaggiatore reale. Maestro Colemon, guaritore di Nido dell'Aquila.

Fa parte del gruppo di nobili che accompagna Oberyn Martell ad Approdo del Re per il matrimonio di re Joffrey Baratheon.

Quando Edric aveva sette anni, la zia Allyria viene promessa in moglie a lord Beric Dondarrion, che Edric segue a Blackheaven come paggio.

Continua a servire Beric anche dopo la creazione della Fratellanza senza Vessilli, ma dopo la morte definitiva di lord Beric, Edric e alcuni membri del gruppo si separano da quelli che decidono di seguire la vendicativa Lady Stoneheart.

Fa parte di quella schiera di nobili, grandi e piccoli, intenzionati a sposare Lysa Arryn per governare la Valle con lei. Appoggia la principessa Arianne Martell nel suo piano d'incoronare Myrcella Baratheon come nuova regina del Continente Occidentale.

Ser Gerold cerca di assassinare la principessa Myrcella, ma fallisce, riuscendo solo a staccare un orecchio alla bambina. A questo punto, Stella Nera si dilegua sfuggendo alla cattura.

Gigantesco stalliere, ritardato ma buono e gentile, molto affezionato a Bran Stark. Quando Theon Greyjoy conquista Grande Inverno, Hodor si nasconde nelle cripte con Osha, Bran, Rickon e i fratelli Meera e Jojen Reed facendo credere agli occupanti e gli abitanti della fortezza che invece siano riusciti a fuggire.

In seguito alla distruzione del castello il gruppo esce allo scoperto e decide di dividersi e Hodor si dirige verso la Barriera con Bran, Meera e Jojen.

Hodor e gli altri raggiungono la Caverna del Corvo con Tre Occhi, ma poco prima di riuscire a entrare sono attaccati da un gruppo di non-morti.

Se quella circostanza si fosse avverata, Ser Ilyn avrebbe ucciso Sansa e lei stessa. Si occupa di curare Bran dopo la caduta dalla torre.

Fa parte del gruppo uscito da Grande Inverno il giorno che Bran Stark ha subito un tentativo di rapimento da parte di un gruppo di disertori dei Guardiani della notte [4].

Ha fatto nascere e ha allevato tutti i figli di Catelyn Stark. Dopo che Theon Greyjoy conquista Grande Inverno, continua a servire il Castello e durante il saccheggio di Grande Inverno avvenuto per mano degli uomini dei Bolton, viene mortalmente ferito.

Ser Lyn Corbray appartiene a una nobile famiglia decaduta della Valle di Arryn. Vanesio e di pessimo carattere si sussurra che alla compagnia femminile preferisca quella maschile, fa comunque parte di quella schiera di nobili, grandi e piccoli, intenzionati a sposare Lysa Arryn per governare la Valle con lei.

Compare per la prima volta alla corte di Lysa Arryn quando Catelyn conduce il Folletto prigioniero a Nido dell'Aquila e si offre volontario per affrontare Bronn nel processo per duello ma inutilmente dato che Lady Lysa sceglie Ser Vardys Egen.

Di lui si perdono le tracce fino al volume Il banchetto dei corvi dato che i cavalieri della Valle non hanno ruolo nella Guerra dei Cinque Re quando si unisce ai principali Lord della Valle contro Petyr Baelish e il suo ruolo di tutore del piccolo Lord Robert e di Protettore della Valle.

Janos Slynt comandante della guardia cittadina di Approdo del Re , i cui membri vengono anche chiamati cappe dorate. Viene descritto come un personaggio corrotto e adulatore.

Ha una corporatura massiccia e la mascella marcata. Partecipa al torneo del Primo cavaliere ove abbatte il maestro d'armi della Fortezza Rossa Aron Santangar.

Consegna il suo castello ai Frey quando Walder il Nero minaccia di impiccare il suo erede Patrek Mallister, qualora non dovesse cedere [1].

Figlia dell'attendente di Grande Inverno e miglior amica di Sansa. Fa parte del seguito di lord Eddard ad Approdo del Re.

Sopravvive al massacro degli alfieri di lord Stark successivo al suo arresto per tradimento, e viene confinata da ser Boros Blount della Guardia Reale in una stanza con Sansa.

Sfortunatamente, suo padre muore durante il massacro e lei viene affidata a Ditocorto. Successivamente viene costretta dai Lannister e da Ditocorto a spacciarsi per Arya, in modo da sposare Ramsay Bolton e legittimare il dominio dei Bolton sul Nord.

La donna che le fa il bagno si accorge dei lividi sul suo corpo e i pianti e i lamenti della giovane sono ben conosciuti tra le mura di Grande Inverno.

Le donne convincono Theon ad aiutarle e i due riescono a scappare da Grande Inverno mentre Mance e le donne falliscono nel tentativo.

Con l'eccezione di una breve apparizione nella prima stagione, il personaggio di Jeyne non appare nella serie televisiva.

Nel suo ruolo come sposa di Ramsay, e vittima dei suoi soprusi, viene invece sostituita da Sansa Stark. Comandante della Guardia presso Grande Inverno.

Viene ucciso in uno scontro con soldati dei Lannister nel de Il gioco del trono. Durante il viaggio prende di mira con le sue note il Folletto.

Il gruppo subisce vari attacchi e proprio nel primo scontro, Marillion si trova a esser bloccato sotto il cavallo morto di un membro dei Clan delle Montagne.

Tyrion coglie l'occasione per prendersi una piccola vendetta e gli schiaccia con un piede la mano e rompendogli alcune dita. Perde inoltre ai dadi, sempre con Tyrion, una pelliccia di pantera-ombra che aveva razziato da un cadavere.

Dopo qualche settimana, a Nido dell'Aquila, diventa il favorito di lady Lysa Tully. Durante la permanenza di Sansa Stark alle Dita, Marillion, giunto nel luogo al seguito di lady Lysa, cerca di sedurre Sansa, ma viene protetta da Lhotar, capo delle guardie di Lord Petyr Baelish.

Quando lady Lysa viene scaraventata dalle Porte della Luna da lord Petyr Baelish , Marillion viene incriminato per la sua morte.

Padre di Jory e fratello di ser Rodrik. Gli unici sopravvissuti allo scontro furono Ned Stark e Howland Reed [4].

Partecipa al torneo del Primo cavaliere, dove sconfigge Harwin, ma viene poi sconfitto da Loras Tyrell [1].

Joffrey ordina spesso a ser Meryn di picchiare Sansa Stark al suo posto. Carceriere delle "celle del cielo" di Nido dell'Aquila, molto grasso, senza un orecchio e parte di guancia a causa di un colpo d'ascia e definito molto stupido.

In cambio di oro, promessogli da Tyrion Lannister , riferisce il messaggio di quest'ultimo di voler rendere confessione dei propri crimini.

Uno dei criminali che Yoren preleva dalle celle di Approdo del Re quando va a cercare nuove reclute per i Guardiani della notte, e parte poi col gruppo alla volta della Barriera.

In seguito si unisce alla compagnia. Dopo che Rorge viene ucciso in duello da Brienne di Tarth, Mordente riesce a sopraffare la donna e inizia a morderle la faccia selvaggiamente.

Viene fermato da Gendry che gli infilza una lancia nel collo uccidendolo. Ha fatto affilare i denti. A seguito dell'incarcerazione della regina Cersei da parte della Fede, Orton si dimette e torna a Lunga Tavola insieme alla moglie.

La coppia ha tre figli, i gemelli Horas e Hobber e Desmera, l'unica femmina. Grazie alla ricchezza di Arbor, alla sua flotta e all'amicizia di vecchia data che lo lega a lord Mace, Paxter gode di un notevole prestigio.

Il nonno era un mercenario braavosiano al servizio di Lord Corbray che divenne cavaliere. L'avo sceglie quale proprio simbolo la testa del titano di Braavos , ma Petyr successivamente lo cambia con un usignolo.

In seguito si unisce a Brienne di Tarth nella sua missione di trovare Sansa Stark, allo scopo di trovare Tyrion. Giudicato colpevole per essere un alleato della Casa Lannister, viene condannato a morte per impiccagione insieme con Brienne e Ser Hyle Hunt.

Per avergli salvato la vita durante la battaglia delle Acque Nere, Tyrion lo ricompensa comprandogli i servigi delle migliori prostitute di Approdo del Re, ma con grande stupore del lord e di ser Bronn, qualche ora dopo Podrick torna restituendo il denaro: inizialmente i due pensano che il ragazzo non abbia voluto godere dei servigi offerti dalle ragazze, ma lo scudiero rivela che sono state loro ad essere rimaste talmente soddisfatte del tempo passato con lui che, alla fine, non hanno voluto i suoi soldi, con gran stupore dei due che, esterrefatti, obbligano Podrick a rivelargli come ha fatto.

Quando Tyrion viene accusato per la morte di Joffrey, a Podrick viene offerto il cavalierato in cambio della sua testimonianza contro il Folletto.

Il fedele scudiero rifiuta e lo racconta al suo padrone che, appresa la notizia, gli ordina di scappare da Approdo del Re, non volendo che anche il ragazzo venga ucciso.

Quando, come nei romanzi, Podrick viene affidato a Brienne, questa, dopo un'iniziale titubanza, comincia a insegnargli l'arte della spada.

I due continuano la loro ricerca delle ragazze Stark e, dopo non essere riusciti a recuperare Arya, alla fine riescono a salvare Sansa, appena fuggita dai Bolton.

Successivamente sono mandati a Delta delle Acque per tentare, invano, di convincere il Pesce Nero ad aiutare Sansa, dove lo scudiero rincontra brevemente ser Bronn.

Quando il giovane scudiero torna ad Approdo del Re, reincontra Tyrion che, felice, definisce la loro riunione una "bella sorpresa in una brutta occasione".

Qualche tempo dopo, prima della battaglia di Grande Inverno, Podrick, sotto lo sguardo soddisfatto di Brienne, viene visto allenarsi con altri soldati, mostrando di essere diventato un eccellente spadaccino.

Sopravvissuto alla guerra contro gli Estranei, Podrick riceve il cavalierato e, alla fine, diventa ser Podrick Payne, della Guardia Reale di re Bran Stark.

Uno dei sette cavalieri della guardia reale sia di re Robert Baratheon sia di re Joffrey. Giunto Eddard Stark ad Approdo del re, gli consegna un Poderoso tomo contenente la descrizione fisica della maggior parte dei membri delle grandi case dei Sette Regni.

Quando questi rimane ferito dopo uno scontro con i soldati Lannister lo cura all'interno della Fortezza Rossa. Il Gran maestro e lord Petyr Baelish , tentano di far recedere Eddard dai suoi intenti, ma il Primo Cavaliere del re dispone ugualmente che la "Montagna che cavalca" sia spogliato di tutti i titoli, delle terre e che venga condannato a morte assegnando il compito di eseguire la sentenza a una schiera di cavalieri e soldati comandati da lord Beric Dondarrion.

Riguardo alla morte di Robert, dice invece che Renly Baratheon stava complottando con i Tyrell per uccidere Cersei e far diventare Margaery regina.

Tyrion ordina quindi che Pycelle venga imprigionato nelle celle nere della Fortezza Rossa. Pycelle riprende poi il ruolo di Gran Maestro su decisione di Tywin Lannister.

Viene chiamato per testimoniare contro Tyrion al processo per la morte di Joffrey. Il vecchio si oppone alla nomina di Qyburn, un maestro caduto in disgrazia, al Concilio Ristretto, e contesta numerosi proclami emessi da Cersei, tra cui rifiutarsi di pagare il debito che la corona deve alla Banca di Ferro di Braavos e la decisione di permettere alla Fede di ricreare il Credo Militante.

Dopo l'arresto di Cersei, assume il comando del Concilio Ristretto. Studia alla Cittadella e diventa un abile guaritore. Quando viene scoperto, viene sollevato dai suoi incarichi come Maestro.

Qyburn si unisce quindi alla corte di Approdo del Re, e Cersei gli permette di compiere esperimenti sull'ormai in fin di vita Gregor Clegane.

A partire dalla fine della sesta stagione, quando il Grande Tempio di Baelor viene distrutto e Cersei diventa la nuova regina dei Sette Regni, Qyburn ne diventa Primo Cavaliere.

Durante la settima stagione, dopo aver aiutato la regina a vendicarsi di Ellaria Sand, mette a punto uno scorpione da utilizzare contro i draghi di Daenerys, ma che risulta non abbastanza efficace.

Nell'ottava stagione incarica Bronn di uccidere Tyrion e Jamie per ordine di Cersei, a cui poi costruisce un nuovo scorpione che risulta, questa volta, efficace e con cui Rhaegal viene ucciso.

Durante la battaglia di Approdo del Re scorta, assieme a Ser Gregor Clegane e alcuni soldati, Cersei verso le uscite, ma vengono fermati da Sandor Clegane.

Non ascoltando gli ordini della donna, la Montagna si appresta ad affrontare il fratello, pertanto Qyburn cerca di impedirlo frapponendosi tra i due e intimandogli di obbedire: Gregor risponde afferrando l'ex maestro e frantumandogli il cranio contro la parete, per poi buttarne il corpo senza vita sulla scalinata.

Durante la Ribellione di Robert il suo esercito inflisse ai ribelli l'unica sconfitta subita, nella celebre Battaglia di Ashford.

Successivamente, Randyll continua a seguire i Tyrell nella scelta di schierarsi contro la causa di Stannis, impossessandosi delle scorte di Renly e mettendo a morte un gran numero di uomini, soprattutto quelli leali alla Casa Florent, la famiglia di sua moglie.

Brienne lo incontra mentre sta dispensando una severa ma imparziale giustizia nella piazza del mercato. Randyll le estorce delle informazioni circa la sua missione, ma le permette di andarsene.

Quando viene raggiunto dalla notizia dell'imprigionamento di Margaery Tyrell, marcia con la sua armata verso Approdo del Re.

Il Credo quindi rilascia Margaery e le sue cugine e le affida alla sua custodia dopo che Tarly pronuncia il sacro giuramento di riconsegnarle per la prova di innocenza.

Quando il figlio Sam giunge a Collina di Corno insieme a Gilly, Randyl lo tratta nuovamente con il disprezzo che il figlio ha sempre descritto.

Sotto il suo comando, l'esercito Lannister conquista Altogiardino, ma poi viene rapidamente distrutto da Daenerys in groppa ai propri draghi.

Rimasto tra i superstiti assieme al figlio Dickon, Randyll si rifiuta di inchinarsi alla giovane Targaryen, quindi viene giustiziato assieme al figlio.

Riveste un ruolo molto importante nell'esercito di Stannis, tanto da diventare il suo secondo in comando, data l'assenza di lord Davos Seaworth.

Ser Rodrik Cassel , maestro d'armi di Grande Inverno. Di corporatura robusta ha formidabili baffi bianchi. Sulla via del ritorno, in una locanda nei pressi delle Terre dei fiumi, incontrano casualmente Tyrion Lannister ritenuto il mandante dell'attentato al piccolo Stark e lo prendono il prigioniero.

The boy turns out to be Jojen Reed , accompanied by his sister, Meera. Jojen possesses the rare gift of seeing the past and present through his dreams, and is able to speak with Bran through their dreams.

Jojen tells Bran that he is a warg , someone who can control the minds of animals. After seeking shelter in a derelict windmill during a rainstorm, the group notice a band of wildlings chasing down an old man.

The sounds of thunder terrify Hodor, who shouts out in panic. Fearing discovery, Jojen tells Bran to silence Hodor, who keeps panicking.

Bran unintentionally uses his warg powers to render Hodor unconscious. With the wildlings still outside, Jojen convinces Bran to warg through Summer and Shaggydog outside, who then maul to some of the wildlings to death.

He tells Osha to take Rickon with her to the Last Hearth. Bran bids a tearful Rickon farewell, who leaves with Osha and Shaggydog, while Bran continues northward with Hodor, Summer and the Reed siblings.

Later, the group arrives at the Wall and stay overnight in an abandoned castle. Samwell, noticing the gigantic Hodor and Summer, realizes who Bran is and offers to take them to Castle Black.

They refuse and Jojen tells Sam that they are going beyond the Wall, as no force in the realm of Westeros could withstand the threat posed by the White Walkers.

Sam reluctantly gives them the obsidian blades as well as obsidian arrowheads found north of the Wall, which he earlier used to slay a White Walker.

True to his gentle nature, Hodor initially does not want to take the blade offered to him, only taking it when directly told to do so.

After the Reeds warn Bran that his excessive use of warging into Summer would eventually result in a loss of identity, Bran spots a weirwood tree.

He orders Hodor to take him to it. After making contact with the tree, Bran states that he knows where they have to the cave of the Three-Eyed Raven.

While Bran, Jojen, and Meera are taken inside the keep, Hodor is chained up outside and abused by the mutineers. Using his immense strength, the Bran-controlled Hodor lifts Locke off the ground and snaps his neck.

Hodor is visibly disturbed when he regains control of his body. He later escapes with the rest of his companions.

Bran wargs into Hodor again to fend them off, but there are too many of them. As they are about to be overwhelmed, one of the Children of the Forest saves the group with her magic fire balls.

Hodor carries Bran into the cave beneath the Heart tree where the wights cannot reach them, and brings him near the Three-Eyed Raven.

Hodor remains with Bran in the cave of the Three-Eyed Raven as the young Stark explores his abilities. Bran has a vision of Hodor in his youth, named Wylis, as an articulate and well-liked stablehand.

Lyanna suggests that Benjen find a new sparring partner with Hodor after Ned leaves for the Eyrie, and gives Hodor fencing tips.

Hodor and Benjen almost have a match when Old Nan comes outside and discourages Hodor from learning to fight, since he is a stableboy, though Ned remarks that with his size, Hodor would make a formidable fighter.

When the vision abruptly ends, Bran later attempts to use Hodor's original name and get him to speak, but gets only "Hodor" in response.

Hodor later carries Bran outside the cave to speak with Meera, then brings him back in when it becomes clear Meera doesn't want to talk.

When the White Walkers and thousands of wights attack the cave as a result of Bran's reckless warging, Hodor holds the back exit of the cave to allow Bran and Meera time to escape.

During the attack, Bran inadvertently wargs into Wylis, linking the minds of the present-day Hodor and the young stableboy from the past.

This mental trauma causes Wylis to suffer a seizure, along with Hodor witnessing his own death, during which he hears Meera shouting the phrase "Hold the door!

Through Bran's warging, young Wylis experiences his own future death, damaging his mind, and explaining his simplistic and monotonous nature.

Hodor keeps holding the door to give Meera time to escape with the still unconscious Bran, sacrificing his life as the wights tear him apart in their attempt to break out of the cave.

Hodor generally seems to have a happy demeanor, overjoyed by basic things like presenting Bran with a new saddle, hearing the echo of his own voice in a well, or greeting one of the Stark direwolves.

He is deeply loyal to the Starks, who have treated him very well, apart from the time Bran Stark unintentionally warged into him as a child to save himself, causing Hodor to become simple-minded.

Despite his large size and strength, Hodor is a gentle soul who is terrified by violence - even violence done by himself, as he often cowers in fear instead of fighting back against foes who are actually smaller than he is something Rast chastises him for.

When he kills Locke, he expresses total horror at what he had done, even though he had been under Bran's influence at the time.

Even so, his loyalty to the Starks is so great that he continues to follow or rather, carry Bran Stark through great dangers.

In his youth, before his fateful seizure, Wylis had a friendly personality, capable of normal speech. In spite of their class differences, he got on well with Lyanna, Ned, and Benjen Stark.

He was also somewhat interested in learning how to fight, and paid enough attention to the Stark children's training that he was able to articulate their strengths and weaknesses in combat.

Wylis was polite, referring to Lyanna as 'm'lady' despite their clear friendship. Although normally peaceful, Hodor's imposing size, incredible physical strength, and years of service to the Starks have made him a force to be reckoned with whenever the situation demands it.

He is able to carry Bran on his back over long distances with no visible signs of fatigue, and under Bran's control lift a full-grown man off the ground and break his neck with minimal effort.

However, he lacks initiative and does not enter combat unless being warged by Bran. Hodor is not described in the books as having a large scar on his right temple: this was added by the makeup department of the TV series to hide a tattoo possessed by actor Kristian Nairn.

I was partially deaf when I was a child, and often in school, before I was fixed, I had to read context and emotions from people's faces and body language.

That's also a huge part of sign language, and my knowledge of that although I'm extremely out of practice has put me in good stead for this part.

In the A Song of Ice and Fire novels, Hodor has brown hair and a brown beard and is the great-grandson of Old Nan , the oldest woman in the castle.

When Bran tells Nan that the only thing Hodor is sure of is his own name, Nan laughs as Hodor's real name is actually Walder : "Hodor" is the only word he seems capable of speaking, and has become his name.

The meaning of the word is revealed in the TV series. In the books, Old Nan actually says the reason she thinks Hodor is mentally disabled is because a horse kicked him in the head - though she may have just assumed this because he worked in the stables.

Da ragazzo Hodor parlava normalmente, e non aveva problemi mentali. Nel quinto episodio della sesta stagione, Bran e il Corvo dai tre occhi sono immersi in una visione ambientata a Grande Inverno, quando la caverna dove si trovano i loro corpi nel presente viene attaccata dai non morti e dagli Estranei.

Meera, Bran e Hodor riescono a uscire da una porta in fondo a un tunnel: Hodor la richiude e ci si piazza contro, per impedire ai non morti di passare.

Comincia quindi a ripeterla urlando, sempre per terra e muovendosi a spasmi. Su Reddit qualcuno ha suggerito che Bran sia responsabile di aver fatto impazzire Aerys Targaryen, il re Folle che fece bruciare il padre e il fratello di Ned Stark, Rickard e Brandon Stark.

4 Replies to “Hodor“

Hinterlasse eine Antwort

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind markiert *